Bangkok - grattacieli, contrasti e iguane


Quest'anno, tra marzo e aprile, sono stato in tournée in Asia con la mia pianista, Valentina Vargiu (Duo Aspera). Abbiamo visitato e ci siamo esibiti in 8 paesi in 4 settimane: Thailandia, Vietnam, Indonesia, Malesia, Cambogia, Giappone, Corea del Sud e Cina. Nelle prossime settimane i miei post sul blog saranno dedicati a questa travolgente esperienza intrecciata con alcuni suggerimenti, consigli ed errori che ho fatto che si possono facilmente evitare. Quindi iniziamo con la prima città che abbiamo visitato, Bangkok.

Era la prima volta che prendevo un volo intercontinentale e il giorno della partenza sembrava surreale, continuavo a pensare: "Sto davvero facendo questo? Sto davvero andando in Thailandia?" Questi pensieri si fermarono solo quando ero sull'aereo. Abbiamo volato a Bangkok da Vienna con Thai Airways. Il prezzo era ragionevole (380 euro andata), ma vi assicuro che è stato il miglior volo che abbia mai preso vita mia! I posti erano comodi con molto spazio tra loro, il cibo era ottimo, la scelta di intrattenimento era enorme, gli assistenti di volo erano super accoglienti e cortesi, e il bagno era pulito e aveva anche un profumo per l'uso dei passeggeri. La parte migliore era che il volo non era pieno, quindi potevi sdraiarti su tre posti e dormire fino a Bangkok, un volo di 10 ore.

Quando abbiamo messo piede fuori dall'aereo alle 5 di mattina ora locale, la differenza tra Vienna e la nostra destinazione era più che evidente - "Il CALDO!! L'UMIDITÀ !! ". Siamo andati al controllo passaporti. Inutile dirlo, ma è meglio ricordarlo, informatevi sui requisiti di ingresso nel paese di destinazione e se avete bisogno di un visto o no! Come cittadina italiana Valentina aveva bisogno solo del suo passaporto, ha ricevuto un timbro e ha attraversato. Come cittadino rumeno, avevo bisogno di un visto, che, per fortuna, poteva essere fatto all'arrivo. Quindi ecco i primi consigli:

Suggerimento n. 1: controllate con largo anticipo i requisiti di ammissione per il paese di destinazione. Normalmente il sito web del Ministero degli Affari Esteri del vostro paese ha una pagina dedicata. Se avete bisogno di un visto, assicuratevi di richiederlo con largo anticipo. Se avete solo bisogno di compilare un modulo e portarlo con voi, fattelo. È molto probabile che non troverete facilmente il modulo necessario all'arrivo a destinazione. Portate anche alcune fototessere per ogni eventualità, potreste averne bisogno.

Suggerimento 2: portate con voidei soldi. Il visto costa circa 2000 Baht thailandesi (circa 50 euro) e bisogna pagarlo subito, non sono accettate carte. Quindi portare con voi circa 100 euro, ci sono uffici di cambio valuta ma nessun bancomat.

Ecco la storia dietro il secondo suggerimento: non sono riuscito a prelevare dei soldi prima di lasciare Vienna pensando che un aeroporto internazionale come quello a Bangkok fosse pieno di bancomat. Pertanto, avevo solo